Facebook Twitter Gplus YouTube

09 — Nietzsche e la volontà di potenza — Maurizio Ferraris

Friedrich Wilhelm Nietzsche nasce a Röcken nel 1844. Comincia il proprio percorso accademico nel 1864 scegliendo i corsi di teologia a cui preferirà ben presto gli studi filologici. Nel 1869, all’età di soli 25 anni, è chiamato ad insegnare pres- so l’Università svizzera di Basilea dove ottiene un favorevole riscontro da parte degli allievi.
La prima opera che segna l’inizio del suo cammino filosofico, anche se ancora in un contesto filologico, è La nascita della tragedia, pubblicata nel 1872. Proponendo un’interpretazione innovativa dell’origine della tragedia greca, con questo testo Nietzsche si espone a dure critiche da parte della cerchia dei filologi più tradizionalisti.
Importante elemento che emerge attraverso quest’opera è il suo interesse per la figura di Dioniso. Declinata in senso fi- losofico, essa rappresenta la forza, la libertà dalle costrizioni convenzionali, l’infrazione dell’ordine, ma anche la leggerez- za, ossia i caratteri che costituiscono i tratti essenziali del pen- siero di Nietzsche. Pensiero che attraverso uno stile tagliente e aforistico riflette sulla necessità di riconsiderare tutti i valori correnti, sull’urgenza di una nuova concezione dell’uomo, del tempo e della storia, fino a giungere al celebre annuncio della morte di Dio.

 

Tutti i diritti riservati. Digital E srl. Sede legale: Corso Vittorio Emanuele II, 68, 10121, Torino
P. IVA /C.F. 09910000018 Capitale Sociale 10.000 Eur int. ver. - Reg. Imp. 09910000018 Iscrizione Rea TO 1090604