Facebook Twitter Gplus YouTube

16 — Derrida e la decostruzione — Maurizio Ferraris

Jacques Derrida nasce nel 1930 a El-Biar, in Algeria. Nel 1949 si trasferisce a Parigi, e nel 1952 è ammesso all’École Normale Supérieure. Nel 1967 escono tre dei più significativi testi di Derrida: La voce e il fenomeno, La scrittura e la differenza, Della grammatologia. Ciascuno di essi delinea gli elementi fondamentali della filosofia di Derrida: il primo attraverso lo studio di Husserl discute il problema della presenza e della voce; il secondo, che è una rac- colta di interventi effettuati da Derrida in varie occasioni, apre un confronto con alcuni eminenti pensatori (Foucault, Lévinas, Freud, Bataille) e affronta alcuni importanti temi, come quel- lo dello strutturalismo, della violenza, della metafisica; il terzo, forse l’opera più strutturata di Derrida, tratta il problema della scrittura, elemento fondante del pensiero occidentale. Alla figu- ra di Derrida è legato il concetto di “Decostruzione”.

 

Tutti i diritti riservati. Digital E srl. Sede legale: Corso Vittorio Emanuele II, 68, 10121, Torino
P. IVA /C.F. 09910000018 Capitale Sociale 10.000 Eur int. ver. - Reg. Imp. 09910000018 Iscrizione Rea TO 1090604