Facebook Twitter Gplus YouTube

12 – Psicologia dell’età evolutiva – Massimo Ammaniti

È difficile dire quando esattamente inizi a esistere un bambino, quando un bambino inizi a vivere e a fare esperienza degli altri e del mondo. Da un certo punto di vista, l’esistenza di un bambino inizia dalle fantasie più lontane dei suoi genitori, che durante la gravidanza, o addirittura negli anni precedenti, avranno fantasticato di avere un bambino o una bambina, avranno costruito dentro di sé un’immagine di quel figlio e di se stessi in quanto genitori, avranno coltivato un insieme di attese più o meno definite e peculiari.
Poi, un giorno, il bambino inizia a muoversi nella pancia della mamma, la mamma immagina di dialogare con lui, si sforza di avvertirne i movimenti, attribuisce a quei movimenti i significati più diversi: sei allegro, stai dormendo, hai voglia di sgambettare. Il bambino immaginario si fa più concreto, eppure il bambino in carne ed ossa, una volta nato e cresciuto, continuerà ancora a lungo a essere un bambino anche immaginario, un bambino impastato dei sogni della madre e del padre.

 

Tutti i diritti riservati. Digital E srl. Sede legale: Corso Vittorio Emanuele II, 68, 10121, Torino
P. IVA /C.F. 09910000018 Capitale Sociale 10.000 Eur int. ver. - Reg. Imp. 09910000018 Iscrizione Rea TO 1090604