Facebook Twitter Gplus YouTube

09 – Jan van Eyck e la pittura a olio – Stefano Zuffi

Il quadro Ritratto di uomo con turbante rosso è considerato l’autoritratto del pittore fiammingo Jan van Eyck. È da notare la posizione di tre quarti del soggetto, una assoluta novità nella ritrattistica dell’epoca. Notate l’accuratezza e la precisione dei dettagli, impareggiabile per i pittori suoi contemporanei. Questi risultati van Eyck li ha ottenuti rielaborando una tecnica all’epoca in disuso: la pittura con i colori ad olio. È grazie a questo tipo di colori usati con insuperabile maestria, che riesce ad ottenere immagini con un impatto visivo fino ad allora impensabile. Questi colori, gli permettono di usare un maggior numero di sfumature, rendere più realistiche e nitide le immagini, creare delicati effetti di ombre e luci e rappresentare sofisticati ambienti con una prospettiva dello spazio senza l’utilizzo delle formule geometriche che verranno applicate in Italia nei decenni successivi. Sono questi i motivi che rendono van Eyck rivoluzionario e che gli attribuiscono un posto decisivo nella storia dell’arte occidentale. Capiremo insieme la sua opera con l’autorevole guida dello storico dell’arte Stefano Zuffi.

 

Tutti i diritti riservati. Digital E srl. Sede legale: Corso Vittorio Emanuele II, 68, 10121, Torino
P. IVA /C.F. 09910000018 Capitale Sociale 10.000 Eur int. ver. - Reg. Imp. 09910000018 Iscrizione Rea TO 1090604