Facebook Twitter Gplus YouTube

06 – Giotto e la nascita della pittura occidentale – Francesca Flores d’Arcais

L’affresco nella cappella degli Scrovegni è uno dei più rappresentativi dell’opera di Giotto. È da notare la consistenza corporea delle figure ritratte e l’espressività dei volti che mostrano lineamenti ed espressioni variate. Sono veri e propri ritratti capaci di esprime le sfaccettature dell’animo umano. Una assoluta novità rispetto alle figure piatte e ieratiche della tradizione bizantina affermata da secoli. Per la prima volta nella storia dell’arte le figure dipinte sono trattate come solide masse che proiettano la propria ombra all’interno dello spazio che assume una profondità tridimensionale. Con Giotto la pittura cessa di essere evocazione per diventare narrazione. Gli avvenimenti sacri sono calati in un luogo e un tempo concreto. I paesaggi sono verosimili e le architetture abitabili e autentiche. Sono questi i motivi che rendono Giotto un rivoluzionario e che gli attribuiscono un posto decisivo nella storia dell’arte occidentale. Capiremo insieme la sua opera nel corso di questa puntata con l’autorevole guida dello storico dell’arte Francesca Flores D’Arcais.

 

Tutti i diritti riservati. Digital E srl. Sede legale: Corso Vittorio Emanuele II, 68, 10121, Torino
P. IVA /C.F. 09910000018 Capitale Sociale 10.000 Eur int. ver. - Reg. Imp. 09910000018 Iscrizione Rea TO 1090604