Facebook Twitter Gplus YouTube

03 – Boccaccio e il Decamerone – Dario Fo

Nato nel 1313 a Certaldo, in Toscana, Giovanni Boccaccio è il figlio illegittimo di Boccaccino da Chellino, dirigente della banca dei Bardi. Inviato a Napoli dal padre, che lo vorrebbe avviare alla sua professione, il giovane preferisce frequentare la fastosa corte di Roberto d’Angiò, dove scopre la propria passione per le lettere, nonché per i piaceri mondani. Dalla combinazione di questi interessi, nascono le prime opere (tra cui le Rime, il romanzo d’amore Filocolo, e i poemi Filostrato e Teseida), che raccolgono numerosi riferimenti autobiografici, tra i quali quello all’amore per una donna di nome Fiammetta (che diversi critici hanno identificato con Maria d’Aquino, figlia naturale del re Roberto d’Angiò e sposata con un nobile della corte). Boccaccio se ne sarebbe innamorato perdutamente e, seppur corrisposto per un breve periodo, ne avrebbe presto subìto l’abbandono.

 

Tutti i diritti riservati. Digital E srl. Sede legale: Corso Vittorio Emanuele II, 68, 10121, Torino
P. IVA /C.F. 09910000018 Capitale Sociale 10.000 Eur int. ver. - Reg. Imp. 09910000018 Iscrizione Rea TO 1090604