Facebook Twitter Gplus YouTube

02 – La struttura dell’economia italiana – Gianni Toniolo

Nei 150 anni trascorsi dall’unificazione della penisola, l’Italia ha subito enormi trasformazioni, sia dal punto di vista economico che sociale. Al momento dell’Unità, in Italia vi erano circa 22 milioni di abitanti, contro gli oltre 60 milioni del 2011. Il reddito pro capite nello stesso periodo è cresciuto di circa tredici volte e l’aspettativa di vita è quasi triplicata: infatti, all’inizio della nostra storia unitaria, la speranza media di vita di un italiano era all’incirca di 30 anni, contro gli 82 di oggi, una delle più elevate al mondo. Nel 1861, inoltre, solo 5 milioni di italiani possedevano un’istruzione elementare: il tasso medio di analfabetismo era circa dell’ 80%, con punte del 90% nel centro e nel Mezzogiorno. Oggi questa percentuale è precipitata al 2%, insieme a quella legata alla mortalità infantile: negli stessi anni i bambini che non raggiungevano il primo anno di vita erano uno su tre, mentre l’attuale proporzione è più bassa anche di quella degli Stati Uniti.

 

Tutti i diritti riservati. Digital E srl. Sede legale: Corso Vittorio Emanuele II, 68, 10121, Torino
P. IVA /C.F. 09910000018 Capitale Sociale 10.000 Eur int. ver. - Reg. Imp. 09910000018 Iscrizione Rea TO 1090604