Lo spettacolo della cultura – ARTE – FILOSOFIA – ECONOMIA – SCIENZE – LETTERATURA – PSICOLOGIA 

Facebook Twitter Gplus YouTube

01 – Psiche e la nascita della coscienza occidentale – Umberto Galimberti

La parola “psiche” deriva dal greco antico psyché, termine che significa “respiro”, “soffio”. Prima dell’avvento della filosofia, questo termine, che per tutto il mondo occidentale coinciderà con il concetto di “anima”, compare già nei poemi attribuiti a Omero, ma con un significato diverso.
Omero, che non concepisce un’anima dietro al corpo, parla di psiche in riferimento all’ultimo respiro, che abbandona il corpo dell’uomo, fuoriuscendo dalla bocca o da una ferita, al momento della morte, per raggiungere le altre ombre nel regno dell’Ade. Qui vaga senza più consistenza, senza capacità di sentire o di conoscere, in uno stato di totale malinconia. L’idea di immortalità, di vita dopo la morte, è totalmente estranea al mondo omerico, se non nell’accezione di ricordo nella mente dei posteri.
Nel linguaggio di Omero, allo stesso modo, il termine sôma (corpo) compare non come rappresentazione fisica di trascendenti significati psichici, ma con riferimento al cadavere, alla salma. Il corpo vivente viene invece indicato a partire dalle singole parti, dalle membra, e dalle sue espressioni, dal suo essere in relazione col mondo.

 

Tutti i diritti riservati. Digital E srl. Sede legale: C.so Re Umberto I, 13 10121 Torino
P. IVA /C.F. 09910000018 Capitale Sociale 10.000 Eur int. ver. - Reg. Imp. 09910000018 Iscrizione Rea TO 1090604